Recensioni

Recensioni e

prove tecniche

BIKENIKE

a cura di Matilde Atorino

Bike Inside, lo stile e la qualità che amerete

Oggi siamo davvero contenti di parlarvi di Bike Inside, azienda bresciana nata dalla creatività e dalla passione per la bici di Andrea Franzini.

In un nostro recente articolo dedicato al Bike Apparel, avevamo inserito le calze spaiate di Andrea tra i prodotti più cool offerti dal mercato. Ma questo marchio, che amiamo dal primo incontro, meritava lo spazio di un intero articolo!

Ciao Andrea, innanzitutto raccontaci chi sei e come nasce Bike Inside.

Ciao! Sono Andrea e, come molti, uso la bici perché mi da un senso di serenità e libertà. Bike Inside nasce da una esigenza personale. Molto semplicemente non mi sono mai trovato a mio agio con l’abbigliamento tecnico da ciclismo. Non tanto per la vestibilità attillata nel segmento “strada” che spesso è solo un limite psicologico. Ma per lo stile eccessivamente racing. Così nel 2015  ho deciso di dedicarmi allo sviluppo di un nuovo marchio tecnico distintivo, di qualità e naturalmente Made in Italy. Ho iniziato trasferendo alcuni “classici della moda” sulle maglie da ciclismo. Righe, pois, quadretti. Cosi sono nati la mia nuova passione e il mio attuale lavoro!

Scelgo materiali tecnici di altissimo livello e metto una grande cura nella lavorazione. Questo porta alla realizzazione di un prodotto esclusivo e 100% italiano.

Lavori da solo o hai dei collaboratori?

Lavoro da solo. Ho un background di grafico e designer e per molti anni ho fatto marketing e comunicazione. Sono maniaco dei dettagli e amante delle geometrie e simmetrie. Finalmente ho l’opportunità di unire tutti questi aspetti. Scelgo e valuto in prima persona tutti i vari aspetti tecnici, commerciali, di marketing. E tutto questo è per me una grande sfida ma anche motivo di grande soddisfazione. Il marchio si sta differenziando soprattutto all’estero per un originalità fuori dagli schemi e alta qualità. L’unicità dello stile grafico, una particolare cura dei dettagli e la scelta di un prezzo adeguato al pubblico, sono le caratteristiche che mi hanno permesso di essere ben riconoscibile e apprezzato fin da subito.

Più che le classiche fiere di settore, partecipo a bike festival italiani e internazionali, dove il contatto con il pubblico e l’esposizione della linea, fanno la differenza. La qualità nei dettagli, la passione e l’impegno, sono parti di un processo costoso e fatto di attenzione e amore. Attività spesso data per scontata, umanamente ed economicamente.

Come avviene il processo creativo e produttivo che porta alla realizzazione dell’abbigliamento Bike Inside?

Essendo un “creativo”, assorbo da tutto ciò che mi circonda e da ciò che mi piace. Un lavoro continuo, h 24

Continua su: 2 Dicembre 2017 – http://blog.bikenbike.com/2017/12/12/bike-inside-lo-stile-che-amerete

matteo-palumbo-ph

TUTTOBICI TECH

test di Giorgio Perugini

BIKE INSIDE. CALZE, COLORI, FANTASIA.. Calze techiche Miscelate con gusto e create un look esclusivo

Scegliete un po’ di colori, mescolateli con grafiche e geometrie diverse, buon gusto e otterrete un mix piacevole e fresco! Questa in breve è l’idea di Bike Inside Cycling Wear, un giovanissimo brand tutto italiano che ha già in listino una vasta collezione di capi, tutti fortemente distinguibili nel panorama internazionale grazie ad uno stile unico.

La novità dell’estate, oltre al nuovo completo Delux di cui vi parleremo più avanti, sono le coloratissime e scanzonate calze da ciclismo, un prodotto tecnico e leggero che avvolge il piede e gioca con fantasie e colori per uscire dai soliti schemi. Si tratta di undici paia di calzini realizzati con microfibra poliammidica elasticizzata e Lycra caratterizzate da una struttura sportiva che vede la presenza di una ampia zona in micro rete sul collo del piede per garantire la massima traspirazione. Il taglio è anatomico e i tessuti utilizzati spiccano per leggerezza ed elasticità, inoltre, in tutte i vari modelli, il destro è diverso dal sinistro pur riprendendone a grandi linee tratti essenziali e colori.

L’asimmetria gioca quindi un ruolo importante per un effetto gradevole che appaga gli occhi e ben si sposa con tutti gli altri capi della collezione Bike Inside ma anche con altri indumenti. Oggi come oggi è possibile mixare i vari capi e con questi calzini tutto diventerà ancora più semplice e gradevole. I più modaioli potranno anche abbinare due diverse fantasie, magari scegliendo due paia di calze affini come quelle a Pois Blue o Pois Gialle oppure puntando sul classico bianco/nero giocando con le righe e i motivi ad incrocio. L’altezza arriva giusto sotto il polpaccio, esattamente come la tendenza di questi ultimi anni impone.

Ogni singolo paio costa 15.00€ ed è acquistabile direttamente nello shop di Bike Inside a questo link. Le taglie disponibili sono due, una S-M che copre tutti i numeri dal 36 al 40 e una L-XL che va dal 41 al 46. Durante tutte le uscite in cui le ho utilizzate ne ho apprezzato molto la leggerezza e la semplice struttura, dettaglio importante per un confort totale in queste giornate calde. Il plus sono ovviamente le tante fantasie, tutte belle e caratteristiche, insomma la carta giusta per uscire dal gregge!

matteo-palumbo-ph

CYKELN MAGAZINE

Intervista di Daniele Boccaccini

BIKE INSIDE CYCLING WEAR – QUALITÀ MADE IN ITALY

INNANZITUTTO PARTIAMO DALLE COSE SEMPLICI: PRESENTATI AI NOSTRI LETTORI E RACCONTACI COSA CI FAI SU UN BLOG\RIVISTA DI CICLISMO…

Ciao! Sono Andrea ho 40 anni e vado in bici! Ho da poco avviato la mia prima collezione di abbigliamento da ciclismo. Stanco delle solite grafiche “racing”, con le quali non mi sono mai sentito del tutto a mio agio, ho iniziato a trasferire alcuni “classici della moda” sulle maglie da ciclismo. Righe, pois, quadretti… da qui la mia nuova ossessione. Bike Inside cycling wear nasce per chi, come me, cerca qualcosa di diverso rispetto al classico abbigliamento “pronto gara” che abitualmente si trova sul mercato. Questa passione mi ha preso e assorbito completamente in un momento di forti cambiamenti nella mia vita privata e lavorativa, così ho deciso di dedicarmi a tempo pieno ad un progetto che assecondasse la mia creatività, con l’obiettivo di avviare un’azienda e un nuovo brand.

SFOGLIANDO IL WEB ED I SOCIAL HO SUBITO NOTATO IL TUO BRAND, E LA SUA IMMAGINE MI HA COLPITO DA SUBITO. RACCONTACI COME NASCE IL TUTTO E COME HAI PENSATO DI BUTTARTI IN QUESTO PAZZO MERCATO DI PAZZI…

Ho un background di grafico e designer, e come tale sono maniaco dei dettagli e amante delle geometrie e simmetrie. Lavorativamente però ho sempre fatto tutt’altro; provengo da esperienze completamente differenti e l’opportunità di sviluppare una linea mia, commercialmente accattivante e fuori dagli schemi, scegliendo e valutando in prima persona tutti i vari aspetti tecnici, commerciali, di comunicazione e marketing, è per me motivo di grande soddisfazione personale. La scelta del made in Italy è stata una decisione naturale; sapevo di rivolgermi ad un pubblico giustamente esigente, quindi volevo prodotti di qualità. Io per primo pratico indoor cycling da anni e vado in bici nel tempo libero, per cui conosco l’importanza di un fondello adeguato, di tessuti tecnici dedicati o di un elastico particolare. Ho trovato con fatica un produttore Italiano giovane e dinamico che ha sposato il mio progetto e assecondato le mie esigenze… e gliene sono grato! Anche per le calze, rigorosamente made in Italy, ho un piccolo produttore che resiste e lavora con passione. Naturalmente ringrazio anche lui…

Anche il prezzo finale e il posizionamento commerciale fanno parte del concept Bike Inside; prodotti di qualità ad un prezzo giusto. Uscirò mediamente con 5 o 6 varianti grafiche a stagione e, al contrario di ciò che accade nel mercato, con sconti anche del 70-80%; ho deciso di ridurre il mio margine e permettere ai miei clienti acquisti senza sorprese quando vogliono…

NEL TUO CATALOGO SI VEDE IN MANIERA FORTE E NETTA CHE HAI DECISO DI SPOSARE UNA LINEA NON “CONVENZIONALE” (motivo per cui ti abbiamo amato da subito! Ahahah), COME STUDI LE GRAFICHE ED I TAGLI DELLA TUA LINEA?

Mi rivolgo a chi come me – appassionato e fruitore della bici – non sente propri i kit con molti sponsor e marchi tecnici sparsi ovunque. Dopo quasi un anno di ricerca, campionamenti di tessuti e ispirazioni varie, ho selezionato secondo alcuni gusti personali e alcuni stili dettati dalla moda e dallo sport, una serie di grafiche originali e diverse. Per quanto riguarda il taglio, ho scelto una maglia dalla vestibilità leggermente più ampia rispetto al classico taglio racing. Ho voluto un tessuto tecnico opaco molto morbido e traspirante così che già al tatto si percepisse “un prodotto diverso”. La cerniera divisibile e il collo basso restano scelte personali che amo. La salopette invece ha un taglio più sportivo; bretelle elastiche con rete morbidissima e traspirante, fondello di alta gamma a spessori differenziati rivestito in carbonio ed elastico alto a fondo gamba con micro punti interni di silicone. Nessun compromesso quando si pedala per ore.

MA IL MODELLO DA 200KG DI MUSCOLI E BARBA NELLA FOTO SEI TU? (sennò scendo di tono e faccio solo domande accomodanti… ahahah)

No, purtroppo non sono io; è un amico ballerino che fa il modello. Con quel fisico non sarei qui a disegnare magliette! Avevo ben chiaro lo stile che doveva avere il mio brand e il tipo di scatti fotografici che dovevo fare; mi sono ispirato alla moda e sono felicissimo del risultato.

CHE RISPOSTA HAI AVUTO DAL “MERCATO” FINO AD ORA?

Ho iniziato solo a da un paio di mesi il lavoro di marketing, molto tardi quindi, ma essendo all’inizio di questa avventura, ho preferito curare tutti i dettagli ed essere pronto con prodotti tecnicamente e qualitativamente ineccepibili. Succedono cose strane… mi hanno contattato da Singapore per un ordine; al giro dei 4 passi in Val Gardena mi hanno fermato alcuni stranieri per chiedermi informazioni sulle maglie che indossavo; ho ricevuto richieste e ordini dalla Svezia, dalla Francia… ho avviato una prima collaborazione con un negozio di Milano – Velociclista – con cui ho trovato subito un buon feeling; e poi voi, con il vostro blog e web magazine. Certo, non è facile iniziare da solo con budget personale e sacrifici costanti in un settore così chiuso, ma in soli due mesi dalla messa online del mio sito e-commerce www.bikeinside.cc ho ricevuto feedback positivi sia da appassionati della bici da strada o di mountain bike che dai fixed addicted! C’è il super tecnico a cui va troppo larga pure la xs e l’uomo imbattibile con doppia xxl e quadricipite di ferro! Oltre naturalmente ai tanti che mi guardano con sufficienza, perché propongo cose “diverse”… Ma sto riscontrando conferme in molti contesti, per cui sono positivo e resto fedele alla natura del mio progetto.

NOI DI CYKELN NON ESSENDO PROPRIO FIGLI DEL CICLISMO PROFESSIONISTICO, ABBIAMO NOTATO PARECCHIE ASSONANZE COL NOSTRO MODO DI VEDERE IL CICLISMO, RACCONTACI QUAL E’ IL TUO BACKGROUND SU DUE RUOTE:

15 anni di enduro… ma a 2 tempi! Già da ragazzino seguivo marchi americani non convenzionali; Troy Lee designs e One Industries con i loro adesivi e grafiche hanno nutrito le mie passioni. Poi, come molti “enduristi amatoriali”, dopo un serio infortunio sono passato semplicemente alla bici da corsa e all’indoor cycling, attività che mi hanno portato a coltivare questa nuova passione per le due ruote e per l’abbigliamento “stiloso”.

AUGUST 26, 2015

BICILIVE.IT

speciale CosmoBike 2015 – di Riccardo Tempo

 L’ABBIGLIAMENTO TECNICO MADE IN ITALY

Rispetto agli albori ottocenteschi, l’abbigliamento ciclistico si è evoluto notevolmente, regalando sensazioni di comodità e protezione a ogni pedalatore. D’altra parte, sta correndo di pari passo anche la ricerca della performance assoluta e i nostri produttori ne rappresentano l’eccellenza. In questo ambito ci siamo divisi tra aziende di fama globale e piccole realtà.

Bike Inside è una fresca creazione di Andrea Franzini situata a Brescia. Designer di abbigliamento ciclistico, i suoi capi sono realizzati in Italia e stanno riscuotendo buoni apprezzamenti tra i bikers e gli amanti della fixed.

13 Settembre 2015 –  http://strada.bicilive.it/eventi/eventi-news/cosmobike-2015-abbigliamento-tecnico-made-in-italy/

matteo-palumbo-ph

TUTTOBICI TECH

prova tecnica di Giorgio Perugini

BIKE INSIDE. Moda e passione per le due ruote; un nuovo trend per l’abbigliamento ciclistico

Il panorama dell’abbigliamento da ciclismo in questi ultimi anni ha subito la grande influenza delle tendenze della moda che hanno di fatto aperto la strada ad importanti contaminazioni. Esiste sempre il classico abbigliamento da ciclismo, quello confezionato secondo le tecniche e i materiali più avanzati. Dai campi di ciclocross e dal mondo Fixed sono arrivate invece aziende che hanno investito molto nella creazione di linee di abbigliamento fortemente caratteriali, dotate di nuovi accostamenti cromatici e fantasie alla moda, talvolta spiritose senza però tralasciare la qualità. Bike Inside nasce dalla felice intuizione di Andrea, appassionato ciclista con il pallino del design che con un colpo di genio (e una buona dose di coraggio) cavalca quest’onda di cambiamento per mettere in commercio un prodotto unico e moderno realizzato completamente in Italia.

Questi capi, caratterizzati da dettagli di pregio e da geometrie che sono già impronta fondamentale di questo brand, sono destinati a chi spesso si sente a disagio ad indossare capi di forte ispirazione “professionistica”, con scritte varie e sponsor un po’ ovunque. La collezione, visitabile ed acquistabile sul sito ufficiale, è composta per ora da completi estivi e calze coordinate dallo stile molto ricercato. Il desiderio è quello di offrire qualcosa di diverso, un abbigliamento senza alcuna lacuna tecnica in grado di rispecchiare il lato più “glamour” che è dentro ogni ciclista.

Le maglie a manica corta hanno un taglio anatomico e una vestibilità leggermente più comoda di quelle race-fit. Sono realizzate in tessuto microfibra piacevole al tatto, leggero e traspirante, adatto alle condizioni calde. Collo basso, zip Camlock divisibile e fasce elasticizzate a fondo manica sono le caratteristiche più identificative di questo bel prodotto. Per quanto riguarda la salopette, il taglio anatomico è decisamente racing e il tessuto Lycra Power ad alta resistenza garantisce una buona compressione muscolare, favorendo l’ossigenazione sanguigna. Le bretelle elastiche sono anch’esse in microfibra, mentre una bella fascia elastica nel giro gamba con micro inserti di silicone promette una buona stabilità. Il fondello Carbon a spessori differenziati e senza cuciture promette ottime prestazioni, le stesse garantite dall’ultimo accessorio, i calzini in Lycra, sempre abbinati alle scelte cromatiche del completo. Nella loro semplice realizzazione possono vantare un taglio anatomico tipico della fascia medio-alta e una struttura appositamente progettata per favorire la vestibilità e la traspirazione.

Per Bike Inside potremmo parlare di nicchia commerciale, anche se seguendo le tendenze mondiali attraverso social come Instagram e Facebook, si può tranquillamente scoprire che di nicchia forse non si tratta e l’abbigliamento così caratterizzato sta diventando un trend in fortissima espansione. La collezione ospita inoltre ottimi capi destinati alle donne, completi moderni e tecnici quanto quelli destinati all’uomo.

Ho provato in questi giorni il completo formato dalla Jersey Vintage e i Bib Blue e le sensazioni sono state molto buone. Le linee del progetto sono chiare e il materiale non tradisce affatto le promesse iniziali. Il taglio è aderente ma confortevole e ricalca in pieno le intenzioni del produttore. Come potete vedere nel sito, i prezzi sono molto abbordabili per un prodotto di questa qualità e la collezione è già distribuita anche attraverso attività commerciali che ricalcano il desiderio di offrire pezzi diversi ad un pubblico esigente.

Vi consiglio anche di seguire la pagina facebook, il modo migliore per ricevere in tempo reale tutti gli aggiornamenti sulle nuove grafiche. Bike Inside, il cycling wear è sempre affare Italiano!

28 Settembre 2015 – http://www.tuttobicitech.it/index.php?page=news&cod=83706&tp=n

 

The edgy Italian brand Bike Inside doesn’t shy from bold graphics and statements. Founder Andrea Franzini holds up his illusions cycling jersey and I have one of his cycling caps which is named Tattoo and let’s everyone know ‘where you are at’.

https://www.bicycles.net.au

http://iknowbojac.weebly.com

 

matteo-palumbo-ph

STREETLY PERSONAL CYCLING BLOG

di Nicolò Dionisio

TESTING BIKE INSIDE CYCLING WEAR
Abbigliamento e tecnica, qualità e attenzione ai dettagli: il nuovissimo marchio di abbigliamento BIKE INSIDE cycling wear made in Italy.

Quando ho iniziato a pedalare, ormai più di vent’anni fa (non ci devo pensare…) non c’erano molte alternative in termini di abbigliamento tecnico, sia per quanto riguardava il look sia per i materiali a disposizione. Andavano di gran moda le maglie “racing”, le repliche delle squadre corse, dei team professionisti e del tuo atleta preferito. E così è stato per molti anni, per me e per migliaia di appassionati. Poi qualcosa è cambiato negli ultimi anni, vuoi per logiche commerciali o per semplice evoluzione delle cose, e finalmente anche il ciclista ha la possibilità di curare il proprio guardaroba tecnico con una vasta scelta di brand e di materiali.

Sentirsi a proprio agio in ogni occasione, piacersi di fronte ad uno specchio, praticare lo sport preferito per ore senza accusare cali di comfort fastidiosi sono solo alcuni degli aspetti da tener conto prima di acquistare un nuovo prodotto. Per trovare quello giusto, oltre ai negozi fisici, oggi abbiamo internet che ci permette di ricercare, selezionare, confrontare una gran quantità di marchi, il tutto stando comodamente in poltrona.

Poi, esistono altre strade…per esempio visitare una fiera di settore, come il Cosmobike di Verona. Sarò un po’ vintage dentro ma io non riesco a resistere al richiamo di un stand nuovo da scoprire, dal conoscere nuove persone, magari appassionati come te per scambiare due chiacchiere su quello che ritieni lo sport più bello del mondo, cercare prodotti nuovi… E’ così che ho conosciuto Andrea e il suo nuovissimo brand Bike Inside cycling wear, una linea di abbigliamento per ciclisti davvero particolare e soprattutto, made in Italy.

In lui rivedo l’entusiasmo di un’ Italia che ha voglia di mettersi in gioco, di superare gli ostacoli, di faticare, di esprimere la propria capacità e il proprio stile senza compromessi. Un vero ciclista insomma. Non a caso è un grande appassionato, la bici ce l’ha “inside”! Ciò che mi ha colpito di più rispetto ad altri stand sono state le grafiche, i dettagli, la qualità espressa e la grande disponibilità dell’ideatore. Insomma, è bastato poco per “innamorarsi” e così siamo passati alle vie di fatto…

Infatti, dopo qualche giorno, eccomi in sella  sotto il sole autunnale a pedalare con la maglia Zig-Zagsalopette nera con logo e calzini in tinta. Indossando il completo ti rendi conto subito dell’attenzione alla qualità e ai dettagli ma è durante e dopo la tua uscita in bicicletta che ti accorgi ancor di più della validità del prodotto.

La maglia ha una cerniera divisibile, assolutamente necessaria e utile durante una giornata calda su una lunga salita e un comodo colletto “alla coreana”. La lycra utilizzata garantisce grandi prestazioni grazie alla leggerezza, la traspirabilità, il sostegno muscolare e la libertà di movimento.

La salopette è caratterizzata da morbide fasce traforate, da un fondello di alta gamma realizzato con la combinazione di schiume traforate ad alta e media densità per assorbire al meglio gli urti, ideale sia per la strada che per la mtb, interno senza cuciture (o cuciture invisibili). Nel fondo gamba sono inoltre presenti micro punti in silicone per mantenere ben saldo il tessuto durante qualsiasi tipo di escursione.

I calzini sono estremamente leggeri e confortevoli, con una fascia centrale traforata per la massima traspirabilità. Ho pedalato per quasi tre ore su un percorso urbano e collinare e devo dire che sono pienamente soddisfatto dei prodotti e felice di avere un nuovo look da indossare per le mie uscite in bici, grazie Andrea!

3 Ottobre 2015 – http://www.streetlypersonal.com/testing-bike-inside-cycling-wear/

tuttobici2

TUTTOBICI TECH

di Giorgio Perugini

BIKE INSIDE. Jersey Star&Stripes, in velodromo con stile

Bike Inside è un nuovo marchio di abbigliamento ciclistico ricco di stile e carattere, una delle migliori fusioni tra moda e due ruote del panorama nazionale.
La chiave di lettura per interpretare al meglio l’intera collezione è la modernità ma soprattutto la voglia di emergere dal gruppo e ciò risiede in ognuno di questi capi. Tutto questo avviene senza rinunciare alla performance e alla qualità tipica dei prodotti italiani, infatti, la proprietà ha fortemente investito per arrivare a creare capi di ottimo livello tecnico, capaci di appagare anche i ciclisti più esigenti.

I materiali utilizzati e la lavorazione sono una garanzia per tutti i prodotti della collezione.
Difficilmente vi capiterà di usare un completo estivo in questo periodo dell’anno nel nostro paese, a meno che non siate così fortunati da svernare in una località con clima primaverile o decidiate, come fanno in molti, di divertirvi ed allenarvi in velodromo durante la settimana. Così al coperto potrete esercitarvi con indosso un bel completo estivo, proprio come il modello Star&Stripes a maniche corte realizzato con un tessuto in microfibra estremamente leggero che permette una spiccata traspirazione. Sul fianco della maglia sono posizionati degli inserti elasticizzati, ideali per adattare le varie taglie a tutte le forme, anche a chi ha recentemente esagerato con il panettone…

Il colletto è basso e la zip Camlock completamente divisibile è una delle formule migliori per indossare una maglia da ciclismo. La salopette, prodotta con tessuto Lycra  Sport Power ad alta resistenza ha un taglio racing e offre una moderata compressione muscolare, utile per migliorare l’ossigenazione dei tessuti. Le bretelle ergonomiche in microfibra  sono morbide e non cedono neanche dopo svariati utilizzi. L’elastico a fondo gamba è piuttosto alto ma non si rivela mai fastidioso.
Il fondello Carbon a spessori diversificati è comodo e, seppur di moderato spessore, regala un valido supporto anche dopo diverse ore in sella. La salopette di colore nero è compatibile con diverse maglie della linea Bike Inside, una buona scusa per acquistarne direttamente due da alternare ad ogni uscita.

Le grafiche del modello Star&Stripes sono molto particolari e ben si sposano con il ciclismo moderno, ma soprattutto permettono di uscire dal gregge e di indossare qualcosa di veramente diverso dal solito, senza rinunciare agli accorgimenti tecnici a cui ci siamo abituati in questi anni.

Che sia la pista ora o le strade dalla primavera in poi, ricordatevi Bike Inside Cycling Wear perché da qui in poi ci saranno diverse novità!

 7 Gennaio 2016 | http://www.tuttobicitech.it/index.php?page=news&cod=86143&tp=n#sthash.PVhitTVJ.dpuf

matteo-palumbo-ph

TUTTOBICI TECH

prova tecnica di Giorgio Perugini

BIKE INSIDE Cycling Wear, la Giacca Multiuso è servita! Il classico prodotto “due in uno” dalle grandi performance..

Il ciclismo di oggi è energia e fantasia, e per nostra fortuna è una realtà dinamica in cui gravitano aziende giovani e frizzanti, capaci di interpretare questo meraviglioso sport con uno spirito moderno e attuale. Bike Inside Cycling Wear ha tutte le carte in regola per farvi vivere le nuove tendenze e fornire ai clienti un prodotto dalle caratteristiche uniche nel nostro panorama.

Sono nel DNA di questa azienda un insieme di accorgimenti e di grafiche che hanno già fatto colpo su una larga schiera di appassionati.
La Giacca Multiuso segue il filone degli altri capi della collezione e sfoggia una grafica molto rock, asimmetrica e colorata, un insieme di forte impatto soprattutto se messo a confronto con i look sobri dei soliti capi ciclistici. Questa giacca è il classico esempio di “due in uno” che fa della versatilità l’arma vincente. Con l’ausilio di due cerniere le maniche si possono sfilare, trasformando la giacca primaverile in una maglia a maniche corte ideale per la mezza stagione.
L’intero capo è realizzato in lycra, microfibra garzata e tessuto wind stopper, un mix polivalente per affrontare con un buon margine l’incerto clima tipico di questo periodo.

Il taglio è anatomico e, a parte le maniche staccabili, adotta soluzioni standard come le tre tasche posteriori e l’elastico siliconato in vita, perfetti per garantire buon comfort. Dal punto di vista termico, il tessuto riesce ad offrire una buona copertura dagli 8°C in poi e ovviamente per goderne totalmente, dovrete indossare una maglia intima a manica corta, sempre più leggera con l’aumentare della temperatura esterna. Così facendo, basterà sfilare le maniche per avere una maglia a maniche corte calda quanto basta.

Questo indumento si scosta da una eventuale accoppiata manicotti/maglia termica, infatti, l’adozione di un tessuto wind stopper consente sempre una protezione elevata e con le maniche lunghe attaccate la potrete usare come una vera e propria giacca con benefici notevoli. Ho apprezzato molto la possibilità di togliere le maniche e godermi i primi raggi di sole caldi della stagione, ma è stato altrettanto piacevole ricevere una efficace protezione in caso di vento e aria fredda. Il fit è asciutto ma la vestibilità non è estremamente aderente. Insomma, questa Giacca Multiuso vi offre molta libertà e si gusta tutta fino in fondo. Bike Inside Cycling Wear si conferma in questo 2016 una realtà viva e propositiva, capace di offrire a chi pedala un abbigliamento realizzato in Italia e dal carattere forte e vivace.

CYKELN MAGAZINE

Intervista di Daniele Boccaccini

BIKE INSIDE per tokidoki

Come potevamo perdere di vista, proprio quest’anno, uno dei brand saliti alla ribalta negli ultimi tempi (speriamo anche grazie a noi!)… BIKE INSIDE. Per molti di voi, ovviamente, non sarà una grande notizia, ma, dato che, secondo noi, questo giovane marchio fieramente pensato e realizzato MADE IN ITALY, sta lasciando il segno partecipando ad un mucchio di eventi e sponsorizzando squadre, atleti e semplici riders che portino visibilità a questo progetto! Oggi vorremmo parlarvi di uno dei maggiori successi di questo marchio italiano, la nona di Beethoven del nostro amico Andrea Franzini… il jersey kit realizzato in collaborazione con TOKIDOKI. Ebbene si, forse i più lo avranno già visto e, come sappiamo benissimo, provato e sfoggiato in migliaia di foto che spopolano sui social networks.

Passiamo a parlare del kit in questione partendo subito con l’aspetto accattivante che subito si fa notare dato dai pattern del famosissimo designer Simone Legno, grafiche estremamente colorate e accattivanti che catturano subito lo sguardo di chi le osserva. Buttando un occhio da vicino si nota il gran lavoro fatto nella realizzazione delle stampe così articolate e minuziose, che non fanno rimpiangere per niente la resa a monitor dei disegni, ma si sa, ormai Bikeinside si è fatto una certa reputazione anche e soprattutto per la cura dei particolari. Da notare l’ottimo lavoro fatto nel raccordare i panel tra loro e specie in zona cerniera per far combaciare il pattern alla perfezione. Parlando ora del jersey kit dal punto di vista tecnico, possiamo notare una discreta finitura delle cuciture e dei particolari frutto di una artigianalità incredibile alla quale ormai siamo abituati quando si parla di questo marchio italiano. Il kit in questione mantiene le linee guida dei prodotti di questo brand inserendosi nella fascia “sport”, infatti non lasciatevi ingannare dall’aspetto sbarazzino che questo jersey vi darà… siamo in presenza di un capo estremamente tecnico e curato. La maglia dal taglio fortemente anatomico è realizzata con un tessuto a micro canali capillari che favorisce una rapida traspirazione del sudore e ne consente l’asciugatura veloce. Gli inserti laterali elasticizzati garantiscono inoltre al jersey di adattarsi bene alle diverse corporature, e, credetemi, chi scrive ne aveva proprio bisogno!

La Zip Camlock scompare bene una volta chiusa garantendo copertura e contiunità al pattern stesso, e le fasce elasticizzate alle maniche assicurano un ottima vestibiltà e tenuta, oltre al discreto elastico siliconato a fondo maglia. Inoltre è interessante vedere come Bikeinside sia riuscita ad integrare i diversi schemi dei disegni uniformandoli in un prodotto dal look veramente unico. Per acquistarlo basta andare sul sito o consultare la lista dei rivenditori sullo stesso.

Concludendo, consigliamo vivamente questo prodotto, secondo noi di eccellente fattura, ma non dimenticate di dare un occhio al sito dove troverete delle novità veramente accattivanti a nostro dire.
VOTO CYKELN 5/5

11 Ottobre 2016  –  http://www.cykelnmagazine.com/bikeinside-per-tokidoki/